LIBRIAMOCI 2016 al Principe Umberto

LIBRIAMOCI 2016 AL PRINCIPE UMBERTO

Tu chiamale, se vuoi, emozioni…

Maratona di lettura al liceo Principe Umberto che anche quest’anno ha partecipato all’iniziativa ministeriale Libriamoci. Una quattro giorni intensa e ricca di interventi tra esperti esterni e giovani studenti, ognuno dei quali ha saputo dare un prezioso contributo.

Tra “pensieri e parole”, Ariosto, Shakespeare, Dahl, Dario Fo, sono stati protagonisti di originali rielaborazioni e di pregnanti interpretazioni, con musica “live” che ha fatto da piacevole sottofondo all’ironia dell’Orlando furioso, all’amore nei sonetti shakespeariani, alle intense parole di Dario Fo,  alle dolci nuvole di Jamil,alla legalità simboleggiata dai girasoli.

Le grandi narrazioni, le melodie dei versi immortali, le riflessioni dei saggisti più attenti ci rivelano che “abitiamo la terra non solo prosasticamente, ma anche poeticamente, votati all’ammirazione, all’amore e all’estasi” (Morin).

Non si può vivere in modo superficiale, né possiamo permettere che i nostri giovani siano trascinati dal turbinio di una società “amenamente usa e getta” dove tutto è pregiudizio, razzismo, incoerenza, tendenza al vuoto e al nulla, dove la maleducazione, il turpiloquio e l’improperio appaiono baluardi di uno stile di vita in auge, che “fa figo”.

I libri, in questo contesto, sembrerebbero fuori moda, ma l’attualità di un romanzo, di un saggio, di autori come Ariosto e Cervantes ci rende consapevoli che la forza della parola può tutto, che quegli ideali incarnatisi nelle loro opere sono oggi, più che mai, attuali.

Un plauso agli ospiti che con professionalità e semplicità di intenti si sono soffermati su tematiche universali, il fascino della lettura, il pregiudizio, la legalità: “ho subito respirato un’aria di intelligenza tra gli studenti del Principe Umberto e mi ha reso più facile intervenire con le Epistulaemorales ad Lucilium di Seneca, Don Chisciotte, la funzione della letteratura, insinuando dubbi teorici radicali, gli stessi con cui gli studenti sono inclini a confrontarsi. Oggi mi sono veramente divertito da arcistudentetra gli studenti”.Così ha commentato Dario Stazzone, docente universitario e presidente dell’associazione Dante Alighieri.

Un ringraziamento particolare a tutti coloro che sono intervenuti, gli scrittori Riccardo Francaviglia e Lina Maria Ugolini, Antonio Ciravolo, i lettori, gli attori generosi, Rosario Pulvirenti, le referenti del progetto, professoresse Messineo, Pometti e Turco e tutti i docenti del nostro liceo che, ancora una volta, con passione infondono l’amore per la lettura ai loro studenti, destinatari privilegiati dell’universo infinito, che è la vibrante realtà di un libro.

                                                                                                                                 Daniela Longo

                                                                                                                                 Marina Romano

Bacheca docenti

scrutinio elettronico

Statistiche Web

2185995
Oggi
Ieri
Questa settimana
-
Questo mese
Il mese scorso
Da settembre 2013
413
2596
413
2166353
65080
104912
2185995

Il tuo IP: 54.147.247.194
Server Time: 2017-01-22 04:43:39